· 

Freddo invernale: la pelle ha sete!

Freddo, vento e sbalzi termici dei mesi invernali sono molto aggressivi per la nostra pelle, che di conseguenza si impoverisce sia di grassi che di acqua.

Oltre ai fattori climatici, però, ci sono anche altre cause che rendono la pelle particolarmente secca e disidratata e vale la pena analizzarle per poter proteggere al meglio il nostro viso dai rigori dei mesi freddi.

 

La prima cosa da prendere in considerazione è il fatto che in inverno si ha naturalmente meno sete, quindi si beve meno acqua e si mangia meno frutta e verdura.


 

Il risultato è una pelle secca, ruvida e fessurizzata in mille rughette e increspature superficiali, tipico aspetto dato dalla mancanza di idratazione. Proprio nei mesi più freddi la pelle ha maggior bisogno di apporto di sostanze lipidiche e idratanti perchè passiamo le giornate in ambienti chiusi e molto riscaldati e il riscaldamento e l'aria condizionata calda sono i maggiori responsabile della secchezza della pelle. Non dimentichiamo poi che il continuo passaggio da ambienti super riscaldati al freddo esterno obbliga la pelle ad una super fatica che produce una super richiesta di idratazione e nutrimento.

Primo Step: migliorare l'idratazione. Come fare?

Per migliorare immediatamente l'idratazione puoi utilizzare un piccolo e semplice umidificatore da tenere acceso il più possibile, soprattutto nelle ore serali e notturne, non solo a casa ma anche sul luogo di lavoro, dove spesso l'aria è secchissima. Questo non solo fa bene alla pelle ma è un toccasana anche per le vie respiratorie che, più spesso di quanto non si creda, sono soggette a maggiori irritazioni dovute all'aria troppo secca.

 

Puoi aggiungere qualche goccia di essenze benefiche, come il pino mugo o l'eucalipto, darai un gran beneficio ai bronchi di tutta la famiglia!

 

 


Secondo Step: aiutarsi con l'alimentazione

L'idratazione profonda migliora con un'alimentazione ricca di verdura e frutta fresche.

 

Il freddo inverno ci regala prodotti ricchi di vitamine, minerali e fibre come i broccoli, la famiglia dei cavoli, cicorie, finocchi, carote, mele, agrumi.

 

Non farti però mancare il pesce azzurro e i frutti a guscio per l'apporto di omega 3 e vitamina E che vanno a rinforzare le scorte di lipidi indispensabili per impedire un'eccessiva perdita d'acqua dei tessuti cutanei. Diminuisci il consumo di farine bianche e sostituisci con farine e cereali integrali e legumi di tutti i tipi.


Tisane calde: una buona abitudine che aiuta l'organismo

L'inverno è la stagione adatta alle bevande calde e tonificanti, prendi l'abitudine di bere a metà mattina e a metà pomeriggio una tisana depurativa accompagnandola con uno yogurt naturale o un frutto di stagione, mentre la sera, prima di andare a dormire, puoi migliorare il tuo sonno con le erbe amiche della serenità (tiglio, verbena, camomilla, ecc.)

 

Tieni comunque a portata di mano una bottiglietta d'acqua a basso residuo fisso e bevi a piccoli sorsi durante la giornata, arriva per gradi fino a un litro e mezzo.


Terzo Step: trattamenti cosmetici ad hoc contro la pelle secca

Tanti sono i prodotti che si possono usare per migliorare il nutrimento della pelle: il mercato è strapieno di creme e sieri con acido ialuronico, collagene, burri vari, oli vegetali preziosi e non.

In commercio puoi trovarne di buoni ma se non liberi la pelle dalle cellule morte causate dalla secchezza, l'80% di quello che ti spalmi se ne andrà perduto.

 

 

Occorre pulire il viso in profondità, re-idratare, apportare nutrimento e stimolare il turn-over cellulare e la produzione di collagene e acido ialuronico. Ma difficilmente a casa siamo in grado di farlo, il fai-da-te funziona, ma fino a un certo punto...


Talvolta quindi è necessario un trattamento professionale per aiutare il tessuto a ripristinare i corretti fattori di protezione e una professionista sa sicuramente capire molto meglio le caratteristiche e le reali necessità della tua pelle. 

Un esempio di nostro trattamento professionale

Ecco una descrizione di un nostro trattamento di re-idratazione profonda e stimolazione tissutale, con le diverse fasi in cui vengono utilizzati i principi attivi: 

  • Fase esfoliante con scrub enzimatico delicato con Acqua termale, microgranuli di Jojoba, Alga rossa, Lavanda

  • Ripristino del corretto NMF (natural moisturizing factor) + riacidificazione tissutale

  • Fase idratante, dermostimolante, elasticizzante con applicazione di fiala con Acido Ialuronico e Dhea liofilizzati. Perchè la pelle assorba al massimo le sostanze possiamo utilizzare l'Elettroporazionela corrente che veicola i principi attivi in profondità, detta per questo mesoterapia senza aghi 

  • Maschera-impacco con acqua di Hamamelis Virginiana ed estratto Cetriolo, ad azione idratante, rinfrescante, tonificante.

Un singolo trattamento rimette immediatamente in sesto la pelle lasciandola perfettamente idratata, nutrita, tonica e setosa, rafforzata contro le aggressioni del freddo invernale. 


Vuoi sapere di più sui nostri trattamenti per il viso? Clicca qui per i trattamenti manuali, oppure accedi a questa sezione per i trattamenti tecnologici.  


Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca "Mi Piace"

Condividilo sui tuoi Social



Scrivi commento

Commenti: 0