· 

Kajal - Rimmel - BBCream

Le origini del Kajal o Khol si pendono nella notte dei tempi e la sua formula vera e naturale è rimasta più o meno la stessa

 

Il Rimmel, invece, nasce nel 1913 ed è uno dei principali simboli della donna moderna

 

La formula della BBCream è stata inventata negli anni 30 del secolo scorso da un gruppo di dermatologi tedeschi

 

Il Kajal

Caposaldo del maquillage, il Kajal è un cosmetico che viene usato da sempre nella storia dell'uomo.

 

Ancora oggi, in India, abbellisce  e rende profondi lo sguardo di uomini e donne ma viene usato anche per proteggere gli occhi dei bambini dall'aggressione di mosche e insetti.


Nel trucco moderno non può mancare questo prezioso amico della bellezza.

 

Lo puoi trovare il pasta o in matita ma la composizione resta sempre simile a quella di un tempo: cera carnauba, cera candelilla, olio di Mandorle dolci, essenza di Timo, ossido di ferro nero (nelle etichette INCI lo trovi con la formula 77499)


Il Rimmel

Il RIMMEL è stato inventato nel 1913 negli  Stati Uniti da un giovane chimico per sua sorella che evidentemente aveva ciglia molto chiare.

Mescolando nerofumo con olio di vaselina gelificato crea la mitica 'tablette' che succesivamente diventa più solida con l'uso della cera Carnauba e cera Alba su cui si strofinava un sottile spazzolino inumidito che passando sulle ciglia le rendeva immediatamente più corpose, lunghe, scure.   

Fantastico al punto tale che ancora oggi molti makeup artist sostengono che il rimmel più soddisfacente rimane quello e lo preferiscono al Mascara, comodo 'bastoncino' che non manca mai nei nostri beauty case.

 

Quel giovane chimico è diventato il padrone di una delle maggiori case cosmetiche americane ancora oggi leader nel settore: la Maybelline. 

BBCream

La formula delle BBcream si deve a un gruppo di dermatologi tedeschi che nei primi anni '30 del secolo scorso hanno messo a punto la formula di una crema uniformante del colorito e protettiva per le pelli delle signore che si sottoponevano ai primi trattamenti con il laser.

 

Doveva essere idratante, emolliente, protettiva contro i raggi UV, nascondere i rossori e gli inestetismi causati da quei trattamenti che rendevano la pelle delicatissima e quindi essere una crema  dai contenuti selezionati, benefici e con pigmenti di origine assolutamente minerale.

 

Chiamarono quella crema Blamish Balm cream (balsamo perfezionante per macchie e infiammazioni). 

 

Oggi quella formula ripresa qualche anno fa è diventata un successo planetario  presente in quasi tutte le linee cosmetiche. La formula di base dovrebbe essere uguale per tutti con l'aggiunta di qualche ingrediente per diversificare il prodotto.

 

Troviamo quindi CCcream (control color), DDcream (daily defence) e chi più ne ha più ne metta.  Tutte le formule comunque devono essere composte da creme idratanti e protettive, polveri e pigmenti minerali naturali che hanno lo scopo di uniformare il colorito, rendere luminoso l'incarnato minimizzando le imperfezioni con effetto ottico-riflettente. Per il trucco di ogni giorno è perfetta: è facile da applicare anche perchè si sposa perfettamente con il colorito naturale,  rende la  pelle idratata e compatta fino a sera senza effetto-secchezza e può essere usata anche come base per un trucco più importante.

Scrivi commento

Commenti: 0